Iscrizione

Pensiero di martedì 4 dicembre 2018

Animali interiori - che dobbiamo imparare a sacrificare

Gesù è venuto per insegnare agli esseri umani che il vero sacrificio non consiste nell'offrire a Dio qualcosa di esterno a sé: frutti, farina, bestiame ecc., come si usava ai suoi tempi. Perché anche se l’offerta dei prodotti della terra o di animali può indicare un desiderio di rinuncia da parte degli umani, non si tratta comunque di un sacrificio così essenziale quanto la rinuncia a soddisfare le bramosie e gli appetiti grossolani che abitano il loro cuore. Gesù è quindi venuto a insegnarci che occorre immolare i nostri animali interiori; sì, perché la nostra natura inferiore è il covo di tutto il bestiame e di tutte le belve. L’egoismo, la gelosia, l’odio, la sensualità... Ecco gli animali che dobbiamo offrire in olocausto; e dal sacrificio che faremo bruciandoli sul nostro altare interiore, si sprigioneranno energie che potremo mettere al servizio dello spirito, della Divinità.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


Pensieri quotidiani  2011
Pensieri quotidiani 2012
Pensieri Quotidiani 2021
€ 5,00
Aggiungere