Pensiero di martedi 16 gennaio 2018

Libri sacri - comprenderli presuppone una disciplina di vita

I Libri sacri sono opera di esseri eccezionali che, tramite la preghiera, la meditazione e la contemplazione, sono riusciti a proiettare se stessi fino al mondo delle verità sublimi. Per comprendere quei libri, è necessario poter vibrare alla stessa lunghezza d'onda di quegli esseri, intraprendere il loro stesso cammino, e dunque cominciare con l'adottare il loro modo di vivere. Sì, perché tutto sta nel modo di vivere; è questo che ha permesso ai profeti, agli Iniziati e ai grandi Maestri di avvicinarsi alla Divinità. Non preoccupatevi dunque se non riuscite immediatamente a capire la Bibbia o altri Libri sacri, poiché la loro lettura è spesso molto difficile; leggeteli pure, ma senza turbarvi, e contemporaneamente cercate di fare un lavoro su voi stessi, imponetevi una disciplina di vita che vi avvicinerà al mondo dello spirito. Gesù diceva ai suoi discepoli: «Ho ancora molte cose da dirvi, ma per ora non le potete sostenere. Quando sarà venuto il Consolatore, lo Spirito di verità, egli vi guiderà nella piena verità». Al di fuori di questo contatto con lo Spirito, che può essere ottenuto solo mediante una vera ascesa, nessuna comprensione dei Libri sacri è possibile.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
Pensieri quotidiani  2010
€ 12,00
Aggiungere
La Paneuritmia di Peter Deunov
€ 20,00
Aggiungere
Pensieri Quotidiani 2018
€ 12,00
Aggiungere